Carlo Maver: Volver - Comune di Castel Maggiore

Eventi - Comune di Castel Maggiore

Carlo Maver: Volver

CondimentiOff presenta:

Carlo Maver

VOLVER

Concerto per bandoneon, flauto, flauto basso e moxeno in occasione dell'ultima uscita discografica.

Giovedì 24 giugno, ore 21.00
Villa Salina Malpighi, Via Galliera 2, 40013 Castel Maggiore (BO)

Ingresso Gratuito - prenotazione obbligatoria su eventbrite

 

E' il bandoneon ma ancor di più la poetica del maestro argentino Dino Saluzzi, di cui è stato allievo, che ha affascinato Maver e lo ha guidato a ricercare altre sonorità con lo strumento rispetto alla tradizione tanguera. I viaggi in solitaria in paesi remoti alla ricerca di incontri, odori, suoni, impressioni, sono fonti da cui si abbevera questa musica. Musica che viene dal silenzio e che dal silenzio è attratta. "Questo lavoro - dice Maver - in solo per me non è stato solo la registrazione di un materiale musicale, ma un'esperienza umana profonda. Sperimentare i propri limiti, le proprie paure, il suono, il riverbero. Ho trovato unico poter suonare con me, ascoltarmi. A tratti mi sono trovato in uno stato dove non avvertivo la paura dell'errore. Uno stato di accettazione, di abbandono, dove potevo vedere ciò che ero senza giudizio. Una contemplazione del momento per quello che è". L'ascolto La scelta di suonare da solo per mantenere puri i suoni degli strumenti, perchè è la situazione che più mi mette alla prova e mi richiede concentrazione, è quasi un lavoro spirituale.Il solo non intrattiene, denuda. Fino ad ora l'ho trovato il modo migliore per riconoscere i miei limiti. Ascoltare l'ascoltoLa cosa che più mi colpisce quando sono da solo è riuscire ad ascoltare l'ascolto .. il mio ascolto e l'ascolto del pubblico ... non è silenzio, è un'altra cosa.E' una sorta di esperimento collettivo, sento che posso essere il tramite di qualcosa che riesce a far scendere il silenzio. La Musica assume la sua funzione e il proprio significato in modo strettamente connesso al luogo dove viene eseguita e fruita. Per questo è estremamente importante la scelta del contenitore dove si esegue la musica. Sono preferibili i luoghi storici, dalle chiese medievali alle cisterne romane, dove la vibrazione del suono si propaga e avvolge completamente sia il musicista che l'ascoltatore. Luoghi carichi di suggestione, di storia che aiutano nel compatimento del mo-mento. Luoghi che sottolineano la drammaticità della musica e viceversa.


Carlo Maver

Flautista, bandoneonista, compositore e contemporaneamente coltiva la passione per i viaggi solitari in paesi esotici e remoti come il Kurdistan, il Mali, il deserto del Sahara, l’Uzbekistan, il Turkmenistan, la Turchia e l’Indonesia, ricavandone esperienze di vita che sono autentiche fonti di ispirazione creativa per la sua musica. Carlo Maver è un musicista che parte sempre dalla melodia per poi sviluppare attorno ad essa il suo discorso musicale sempre lirico ed impregnato di Tango e sonorità mediterranee. Maver è stato uno dei pochi allievi del grande bandoneonista argentino Dino Saluzzi. Maver si è esibito in Iran,Portogallo, Spagna, Fran-cia, Albania, Argentina, Australia, Afganistan, Etiopia, Germania, Inghilterra,Iran ...... e al fianco di musicisti come Henghel Gualdi, Nicola Stilo, Eddie Gomez, Javier Girotto, Daniele di Bonaventura, Flaco Biondini, Cheryl Porter, Antonio Marangolo, Simone Zanchini, Stefano de Bonis, Pasquale Mirra e Giancarlo Bianchetti. In teatro con attori come Natalino Balasso, Angela Malfitano, Matteo Belli e il regista Paolo Billi. Dal 2008 è ideatore e direttore artistico di ‘Eco della musica’, festival ecologico-musicale dai crinali degli Appennini. Pubblica il libro autobiografico Azalai diario di viaggio di 1500 km attraverso il Sahara a dorso di cammello. Il suo nuovo lavoro discografico per flauti e bandoneon dedicato al suono e all’ascolto è interamente registrato in una chiesa.

 

dove: - Villa Salina Malpighi, Via Galliera 2, 40013 Castel Maggiore (BO)
quando:
telefono: 3282389373
Pubblicato il 
Aggiornato il