Bilancio Partecipativo 2.0 - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Bilancio Partecipativo 2.0

 

Bilancio Partecipativo: pervenute le proposte, si vota dal 5 al 20 dicembre

10.000 euro in palio per dare vita alle idee dei cittadini. Incorso di realizzazione la proposta vincitrice nel 2019

 

Dopo l’assemblea di presentazione, tenutasi a ottobre, e dopo 5 incontri pubblici che hanno coinvolto attraverso le consulte circa 200 cittadini, in cui l’amministrazione comunale si è confrontata sui bisogni del territorio cui rispondere con idee concrete, il 30 novembre è scaduto il termine per depositare le proposte.

Le aree prioritarie di intervento sulle quali i cittadini erano chiamati a proporre, coprogettare e scegliere, sono: Promozione della sostenibilità – Creazione di reti solidali e welfare – Politiche culturali e promozione culturale.

I progetti pervenuti sono ora al vaglio di fattibilità tecnica, verifica economica e coerenza con le premesse sopra richiamate, quindi i contenuti che presentiamo oggi sono suscettibili di eventuali modifiche o esclusioni, in ogni caso sono tutti degni di attenzione.

I progetti pervenuti dalla Consulta di Trebbo di Reno sono due: Mercatrebbo, un progetto di rete che si pone l’obiettivo di promozionare, sviluppare e rilanciare il mercato settimanale a Trebbo di Reno e Trebbo insieme, azioni e comunità per un nuovo futuro attraverso la promozione della cultura e della lettura, la cura per le fasce più esposte della popolazione, ovvero i giovani, nella fase della costruzione del proprio futuro e della propria identità, e gli anziani, bisognosi di supporto e di assistenza.

La Consulta dei Giovani ha presentato Domenica in piazza, un progetto finalizzato a realizzare un programma di eventi per rivalutare e animare Piazza Amendola, in collaborazione con le associazioni, le consulte e le attività economiche del territorio.

Un gruppo trasversale a diverse consulte propone Ciclobus, l’acquisto di un bus a pedali, un veicolo originale e a impatto zero, che sensibilizzi alla mobilità sostenibile e allo stesso tempo promuova la possibilità di spostarsi e condividere momenti piacevoli anche per le fasce di popolazione a rischio di esclusione sociale per deficit motori o di salute.

Legambiente Pianura Nord e Direzione Didattica di Castel Maggiore prongono un Gioco del Cigno ambientalista con lo scopo di ampliare l'educazione alla sostenibitlità.

La Consulta di Primo Maggio propone la realizzazione di uno sgambatoio per cani, all’interno del parco della frazione, nella zona sud/est, recintato per una superficie di circa 600/700 mq. All’interno dello sgambatoio, nelle vicinanze degli alberi, si propone l’installazione di alcune panchine.

Le associazioni Amiko Parkinson e Banca Del Tempo propongono il  progetto Dare & Ricevere…un circolo virtuoso, finalizzato a creare reti di solidarietà e un confronto generazionale on-line incrociando telefonia e web per coinvolgere sia persone anziane sia bambini e adolescenti, che possano interagire e raccontarsi a vicenda.

L’associazione Oltre le Quinte presenta il progetto L’isola che c’è – l’esperienza artistica che dà valore alla vita, luogo per l’espressione creativa e di aiuto alle famiglie con un servizio gratuito di doposcuola per le bambine e i bambini e un corso di improvvisazione teatrale con cui insegnare a sbloccare la propria creatività.

Il progetto Curiamo il verde di via Irma Bandiera, proposto da un membro della consulta ambientale, rappresenta invece un’idea rionale di tutela di uno spazio verde posto tra via Bandiera e via De Amicis, attraverso l’acquisto di idonee attrezzature come il decespugliatore elettrico per dare continuità e supporto al lavoro volontario di un gruppo di cittadini che da tempo si prendono cura di quello spazio. E sempre a proposito del verde pubblico, il progetto Il paradiso di api e farfalle si propone di creare nei parchi urbani aree delimitate e seminate con fiori che attraggono api e farfalle per sottolineare l’importanza ambientale della biodiversità.

 

Le votazioni si svolgeranno dal 5 al 20 dicembre, e il risultato sarà formalizzato nella prima seduta utile di Consiglio comunale: in palio i 10.000 euro necessari a realizzare il progetto.

Nel 2019 vinse il progetto di circuito di ciclocross amatoriale “Fortinbike”, che si sta realizzando proprio in questi giorni nell’area boschiva presso il fiume a Trebbo di Reno.

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il