Castel Maggiore approva il bilancio consuntivo 2019 - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Castel Maggiore approva il bilancio consuntivo 2019

 

 

Bilancio: conti in ordine, niente debiti

Il Consiglio comunale di Castel Maggiore approva il consuntivo 2019

 

Con il rendiconto 2019 l’amministrazione comunale presenta dei conti in perfetto ordine ed in buona salute, con una situazione economica e patrimoniale decisamente solida, tale da consentire un ragionevole ottimismo per gli anni a venire.

 

Nella relazione presentata ieri al Consiglio l’Assessore al Bilancio Matteo Cavalieri ha evidenziato che il risultato di gestione per l'anno 2019 è positivo per €. 2.615.780,67: questo dato testimonia buon equilibrio e sana gestione, attesta un ottimo stato della liquidità e grande capacità del nostro bilancio di autosostenersi.

 

La Sindaca Belinda Gottardi commenta: “anche per il 2019 non abbiamo fatto ricorso a mutui o prestiti, evitando così l’aggravio di interessi e spese a danno dei cittadini, a riprova e conferma di una costante buona liquidità dell’Ente e di un’attenta gestione dei flussi. E' importante sottolineare che questo risultato non è scontato né di poco conto: l’indebitamento pro capite enti locali in regione è pari a 867,08€, in Italia addirittura 1.835,56 (dati 2088). Mentre nel nostro comune è ZERO, nessun aggravio di costi per i nostri cittadini”.

 

Ci stiamo adoperando con costanza e con rettitudine a raggiungere tutti gli obiettivi prefissati e soprattutto a trasferirli concretamente nei bilanci 2020/22, anche durante un’emergenza senza precedenti come quella che stiamo vivendo in queste settimane.

Perché in questo momento politico e storico, siamo tutti chiamati con senso di responsabilità a dare il nostro contributo al Paese, amministratori, rappresentanti e cittadini.

 

Con oltre 21 milioni di euro di entrate, il Comune di Castel Maggiore registra un risultato della gestione positivo per oltre 2 milioni e 600mila euro, ma è particolarmente virtuoso l’andamento delle entrate tributarie (che da sole coprono oltre la metà del totale), con una riscossione oltre l’85% e una forte attività di lotta all’elusione ed evasione che ha portato nel 2019 ad un aumento delle riscossioni di oltre il 75% rispetto all’anno precedente, pur in presenza di una riscossione reale che si attesta solo all’11% di quella accertata.

 

Sul versante della spesa, le due principali voci di uscita sono rappresentate da un lato dall’impegno per 4 milioni e mezzo di euro per scuola, infanzia e sociale, sport, cultura e tempo libero, e dall’altro dalla gestione del territorio, dell’ambiente e della mobilità, voci che assorbono 4 milioni e 600 mila euro della parte corrente.

 

Rimane imponente l’impegno per gli investimenti: il Fondo Pluriennale Vincolato, destinato a realizzare progetti già finanziati dall'ente negli esercizi successivi, a fine 2019 ammonta a circa 9 milioni di euro, di cui 2 milioni e mezzo nel 2019, destinati alla manutenzione straordinaria di strade ed impianti sportivi, oltre ad un intervento aggiuntivo per il polo Sicurezza. Nel piano pluriennale trovano finanziamento interventi già annunciati, come il sistema integrato per la sicurezza urbana (piano telecamere) per 303.000€, la nuova scuola materna e del capoluogo per 6.560.000, la manutenzione straordinaria per strade e piazze per 908.000€ e la manutenzione straordinaria impianti sportivi per 234.000€

 

Come sottolineato dalla sindaca, Castel Maggiore non è gravata da Mutui o Debiti: un dato molto positivo perché significa che il bilancio è SANO e autofinanzia i suoi investimenti, non fa pagare interessi ai cittadini per eventuali prestiti e riesce a guardare ad una prospettiva futura di sviluppo senza dubbi: nel panorama italiano, una rarità.

A questo va aggiunto l’attivismo che nell'arco di neanche un anno ha conseguito contributi o completato l'iter per l'ottenimento di finanziamenti per oltre 3.000.000 di Euro (destinati principalmente alla nuova viabilità in Bondanello e alla scuola primaria a Ronco Maggiore)!

Infine una annotazione sul versante dell’attenzione alle imprese: Castel Maggiore paga i fornitori in -43 giorni sul tempo previsto dalle fatture, anche questo un risultato ottimo se si pensa che moltissimi enti pubblici in genere impiegano più tempo del previsto.

 

La presentazione del tema al Consiglio Comunale da parte di Matteo Cavalieri, Assessore al Bilancio, Programmazione, Tributi, Patrimonio e Sistemi informativi

 


Pubblicato il 
Aggiornato il