Gruppo Consiliare Bene in Comune - Comune di Castel Maggiore

IL TUO COMUNE | Consiglio Comunale | Gruppo Consiliare Bene in Comune - Comune di Castel Maggiore

Pagina a cura del Gruppo Consiliare Bene in Comune


21/05/2021

La parola alla scuola

Dall’inizio ufficiale della pandemia, un anno e mezzo fa, la situazione della Scuola è in un “equilibrio precario” dovuto alle continue modifiche delle normative Ministeriali.

L’implementazione necessaria dei mezzi digitali e l’aggiornamento continuo dei docenti richiede un enorme sforzo al mondo scolastico sempre alla ricerca di strategie e modalità che tengano alto il livello didattico e di attenzione degli studenti in DAD.

“Sono stati seguiti i protocolli, le “bolle” hanno funzionato correttamente limitando i contatti, i contagi sono stati contenuti: la scuola in sé è a basso rischio di trasmissione.” Affermano entrambe le dirigenti dei maggiori plessi scolastici di Castel Maggiore.

Con i fondi è stato implementato il supporto psicologico per il singolo e le classi, gli insegnati e le famiglie. La Dirigente dell’IC Dott.ssa Antonietta Esposito non nasconde le innumerevoli difficoltà incontrate: “La scuola in questo momento è faticosa, la revisione ricorrente delle normative implica una continua riorganizzazione dell’attività scolastica e delle procedure”.

“Grazie ad una comunicazione aggiornata a tutta la comunità scolastica, a genitori rispettosi delle regole, allo sforzo congiunto di docenti e Ata, si è lavorato con comunione di intenti nell’interesse degli alunni”. Il futuro anno scolastico è nebuloso, si attendono indicazioni, intanto è importante mantenere alta l’attenzione sui protocolli non solo a scuola.

Punto dolente con le nuove direttive è la difficoltà nella sostituzione degli insegnanti anche in DD. “Il budget per l’emergenza Covid ha permesso la copertura necessaria di insegnanti per lavorare a piccoli gruppi, in sicurezza, all’interno dell’edificio scolastico” spiega la Dirigente della Direzione Didattica dott.ssa Silvia Brunini che auspica sia così anche per il prossimo anno per poter ripartire con le tutele necessarie. Aggiungendo: “La Scuola deve essere in primo piano, l’Amministrazione Comunale è importante che continui a svolgere il suo ruolo di appoggio e supporto proponendo progetti senza perdere di vista le priorità contingenti”.

Nel prossimo spazio ci occuperemo dell'Istituto Keynes.

I vostri consiglieri comunali: 
Michele Girotti, Giovanni Grassi, Carlo Ranocchia, Gaia Vallese

info@beneincomunecm.it 


06/04/2021

SE NON ORA, QUANDO?
Castel Maggiore, assieme agli altri 7 comuni dell’Unione Reno-Galliera, realizzerà il nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG) in forma unitaria, prima Unione della Città metropolitana di Bologna che avvia questo percorso. Il Piano Urbanistico Generale è lo strumento che delinea
il futuro del territorio sul lungo periodo, andando a sostituire il vecchio PSC e gli altri strumenti urbanistici. 
Si tratta di una occasione irripetibile: i vecchi strumenti urbanistici (PRG del 1998, ma anche PSC del 2010) erano stati concepiti in un mondo che aveva altre priorità, rispetto all’emergenza climatica di oggi. I principi alla base del nuovo Piano saranno la rigenerazione urbana, resilienza,
consumo di suolo a saldo zero e attrattività. 

L’Unione Reno Galliera promuove lo sviluppo di un percorso di partecipazione in collaborazione con la Fondazione per l’Innovazione Urbana, che accompagnerà il processo di redazione del PUG. Il percorso partecipativo intende coinvolgere cittadini, comunità, associazioni, istituzioni,
soggetti economici e del terzo settore per definire gli obiettivi strategici e le scelte generali del nuovo Piano. Il percorso di partecipazione ha, in particolare, gli obiettivi di analizzare e comprendere le dinamiche del territorio, individuare bisogni e raccogliere idee delle diverse comunità che vivono nei Comuni dell’Unione, elaborare proposte e direzioni di sviluppo.
La partecipazione è aperta anche a singoli cittadini, qui potete scaricare il modulo per l’adesione.
Ma se volete saperne di più per restare aggiornati, scriveteci a info@beneincomunecm.it .
Il nostro gruppo è pronto a raccogliere la sfida di questo ambizioso progetto ed è a disposizione di tutti i cittadini di Castel Maggiore che hanno voglia di contribuire e partecipare all’elaborazione della futura città.
 


15/12/2020

SULLA DISCARICA ASA

A Castel Maggiore è presente, come noto, una discarica per rifiuti non pericolosi, gestita dalla società ASA SCpA, che, dopo svariate proroghe, doveva operare solo fino a marzo 2020. ASA ha chiesto la prosecuzione l’attività della discarica all’Autorità regionale competente a rilasciare l’Autorizzazione Integrata Ambientale (la materia non è competenza del Comune). Nel merito, il nostro gruppo è contrario all’utilizzo massivo delle discariche, ritenendo che sia necessario favorire processi di riutilizzo dei rifiuti, in una ottica di economia circolare. La richiesta di un ulteriore utilizzo del sito di via Saliceto suscitato forte contrarietà (ad esempio Legambiente ha presentato un progetto alternativo di parco fotovoltaico su quel sito), in quanto l’esercizio della discarica, anche se ASA assicura l’assenza di pericolosità immediata, costituisce una fonte di inquinamento e di rischio, legato soprattutto al trasporto di scorie sul territorio comunale, che si sta protraendo da decenni, senza che le società proprietarie di ASA (in primis Herambiente) creino le condizioni (ricerca di altri siti, investimenti negli impianti) per vedere la fine di questo utilizzo.

Riteniamo pertanto che l’autorizzazione possa essere concessa solo ad alcune condizioni:

  • la Regione Emilia Romagna deve emanare un nuovo Piano Regionale Gestione Rifiuti al fine di inserire in una pianificazione regionale ogni futura autorizzazione, al di là delle aspettative di profitto degli operatori di mercato, e direttive precise sull’utilizzo dei siti delle discariche per l’installazione di parchi fotovoltaici
  • la società ASA deve riformulare la richiesta presentata, con una forte riduzione dei volumi conferiti, che limiti gli apporti ai decrescenti residui delle lavorazioni degli impianti del Frullo e di Corticella, in vista della definitiva chiusura nel breve periodo della discarica, rivedendone la profilatura, per ottimizzarla in vista della installazione di un parco fotovoltaico.

 3/11/2020

Attenzione per la scuola

Tutti riconosciamo il valore essenziale della scuola a cui attribuiamo compiti istruttivi, educativi e di socialità fondamentali per la crescita dei nostri figli.
Fare partire le scuole a settembre è stata una priorità e la continuità è fonte di grande attenzione.

Le statistiche ci dicono che solo il 3% dei contagi avviene in ambito scolastico, e, per quanto imperfetto, il sistema dei protocolli e del contact tracing prioritario per la scuola ha una sua efficacia. Il sistema scolastico è competenza del Ministero dell’Istruzione. Quello su cui interviene il Comune sono edilizia scolastica, servizi complementari (mense, scuolabus, pre scuola e post scuola), il sistema dei nidi e delle materne pubbliche e paritarie accreditate. Bene in Comune sta concentrando la sua attenzione sul delicatissimo momento che interessa il sistema educativo e la scuola. Già a partire dall’estate, il Comune ha avviato l’organizzazione dei servizi complementari necessari, gli scuolabus con un grado di capienza al 50% e il pre e il post scuola, così importanti per aiutare i genitori lavoratori. Il Sindaco collabora costantemente con la Direzione Didattica e l’Istituto comprensivo e le scuole del territorio per il monitoraggio della situazione e degli eventuali casi di positività nelle scuole, mentre la gestione degli stessi è compito del Dipartimento di Sanità Pubblica. Pensiamo che un’attenzione particolare vada riservata agli impatti delle quarantene sui singoli bambini e ragazzi o sui gruppi classe isolati e sulle discontinuità del percorso scolastico. Infine, ricordiamo il grande impegno del Comune per l’avvio dei centri estivi la scorsa estate, ma anche il sostegno dato al sistema delle scuole dell’infanzia paritarie, che coprono una importante percentuale della domanda del servizio nel territorio. L’Assessorato di competenza ha avviato un tavolo di confronto sulle problematiche e le potenzialità del sistema delle scuole paritarie accreditate per favorire le sinergie, la collaborazione e il sostegno reciproco. E’ prossima alla discussione la convenzione tra l’Unione Reno Galliera e le scuole paritarie che avrà il compito di prendere in carico anche gli sforzi che questi Enti, non potendo contare sul totale supporto pubblico, hanno dovuto implementare per garantire le aperture in sicurezza. Si tratta di un sistema di interventi perfettibile, ma molto è stato fatto e Bene in Comune è impegnato affinché l’attenzione sulla scuola non manchi nel nostro territorio per tutto il periodo della pandemia e per il futuro.

I vostri consiglieri comunali: 
Michele Girotti, Giovanni Grassi, Carlo Ranocchia, Gaia Vallese

Pubblicato il 
Aggiornato il