Opere pubbliche: novità dal Consiglio comunale - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Opere pubbliche: novità dal Consiglio comunale

 

Il Consiglio comunale nella seduta di mercoledì 30 marzo ha ratificato un decisivo passo avanti verso l’ampliamento dell’area impianti sportivi di Via Lirone. Grazie infatti ad un accordo con il comune di Bologna, proprietario delle aree interessate, Castel Maggiore acquisisce una vasta area compresa tra gli impianti sportivi esistenti in via Lirone e Ronco Maggiore, da destinare a parco sportivo con la tanto attesa pista di atletica. Il valore delle aree è quantificato in circa 355.000 euro e viene compensato dalla valorizzazione urbanistica di altre aree possedute dal comune di Bologna in territorio di Castel Maggiore.

L’operazione, illustrata dall’assessore al bilancio Matteo Cavalieri, consente al Comune di Castel Maggiore di partecipare ad un bando del PNRR per il finanziamento degli impianti sportivi.

 

La sindaca Belinda Gottardi commenta: "Si profila l’idea di una cittadella dello sport, con un radicale ampliamento dell’area degli impianti sportivi: questi nuovi spazi vengono pensati in parte per lo sport organizzato e in parte come aree verdi a fruizione pubblica, un altro polmone che connette rigenerazione, benessere, sport, socialità e fruizione di luoghi dove respirare e passeggiare, agibili per tutti e per tutte: infanzia, movimento sportivo, terza età".

La pista di atletica è una dotazione particolarmente importante alla luce del grande attivismo tra i giovanissimi, accompagnato da innumerevoli successi, della sezione atletica leggera della Polisportiva Progresso.

Nell’operazione è rientrata anche una piccola area contigua a via Lirone, necessaria per realizzare il progetto di allargamento della sede stradale e realizzazione di pista ciclabile fino alla connessione con la SP87 Nuova Galliera.

 

Nella stessa seduta il vicesindaco Luca De Paoli, delegato per Lavori pubblici e ambiente, ha illustrato una variazione al programma triennale delle opere pubbliche che prevede l’inserimento dei lavori per il sottopasso ciclopedonale di via Chiesa, quantificati in oltre 4 milioni di euro. L’operazione è necessaria per poter candidare anche questa opera al finanziamento statale occorrente alla realizzazione di essa, tramite il bando per la rigenerazione urbana del Ministero dell’Interno, finalizzato all’erogazione di contributi agli enti locali per investimenti in progetti di rigenerazione urbana volti al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (717 valutazioni)