TV - arriva il refarming - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

TV - arriva il refarming

 
TV - arriva il refarming

Secondo il calendario nazionale coordinato dal MISE, dal 2 al 14 marzo è previsto il "refarming" delle frequenze televisive nella Regione Emilia-Romagna

La principale conseguenza sarà l'instabilità del segnale Tv Digitale Terrestre per qualche giorno, richiedendo ripetute ri-sintonizzazioni dei canali nel periodo indicato.

 

La grande maggioranza dei televisori e dei decoder installati a livello domestico è in grado di ricevere il nuovo segnale, così come le antenne non necessitano di interventi tecnici (salvo casi isolati già segnalati agli installatori/antennisti).

 

Durante il processo di refarming, nei comuni interessati si potrebbe sperimentare nell’arco di un giorno (o in alcuni casi in più giorni, secondo il calendario consultabile in basso), un disservizio causato dallo spostamento di frequenza delle emittenti. Questo malfunzionamento non dipende dalla tecnologia del tuo televisore, perché la modalità di trasmissione resta invariata.

Le operazioni di riorganizzazione delle frequenze non comportano la necessità di cambiare l’apparato televisivo o il decoder, ma in caso di persistenti problemi di ricezione si consiglia di verificare il proprio impianto di antenna.

 

A Castel Maggiore il refarming è previsto il 9 e 10 marzo

 

I lavori in ambito locale si sovrappongono alla scadenza nazionale dell'8 marzo, data in cui tutti i canali RAI passano alla codifica MPEG4 (che comprime il segnale per ottimizzare lo sfruttamento della banda disponibile).

 

Il re-farming (riassegnazione) è un termine con il quale si intende, nel campo della telefonia mobile, il passaggio da una tecnologia ad un’altra.

Nel caso della banda 700, il re-farming si riferisce alla riassegnazione dei diritti d’uso di tale banda agli operatori di telefonia mobile per lo sviluppo della tecnologia 5G e alla conseguente redistribuzione delle frequenze tra le emittenti radiotelevisive che, dovendo rilasciare la banda 700, trasmetteranno su uno spazio frequenziale ridotto (la cosiddetta banda sub 700).

 

Ulteriori informazioni tecniche sono disponibili su www.nuovatvdigitale.mise.gov.it

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (665 valutazioni)