Autotutela in materia tributaria - Comune di Castel Maggiore

Guida ai servizi - Comune di Castel Maggiore

Autotutela in materia tributaria

Cos'è

Nel caso per esempio di un Avviso di Accertamento emesso in quanto il contribuente non aveva fornito alcuna documentazione, ma successivamente alla presentazione di tale documentazione si rileva il diritto ad una agevolazione, il Servizio Tributi può rettificare o annullare l'atto in autotutela senza che il cittadino debba presentare ricorso.

Chi può richiederlo

Il contribuente che ha ricevuto l'Avviso di Accertamento. In caso di decesso l'istanza deve essere presentata dagli eredi.

Modalità di Attivazione
A Domanda
Come si richiede 

In forma scritta, motivando la richiesta con le proprie ragioni ed allegando la documentazione necessaria a comprovare quanto esposto.

Tempi

L'istanza deve essere presentata entro 60 giorni dal ricevimento dell'atto (termine entro il quale può essere presentato l'eventuale ricorso). Entro 30 giorni dal ricevimento dell'istanza il Servizio Tributi deve rispondere al contribuente. Si consiglia di presentare l'istanza il prima possibile, in quanto se presentata negli ultimi giorni (es. 50 giorni dalla notifica), tenuto conto che il comune risponde entro 30 giorni si rischia di ottenere risposta (anche negativa) in tempo non più utile per presentare ricorso.

Dove rivolgersi

Il contribuente può recarsi presso il Servizio Tributi negli orari di apertura con la documentazione in proprio possesso al fine di verificare eventuali errori nell'atto e poi presentare istanza di rettifica/annullamento in aututela.

Come si raggiunge

Nel momento in cui il Servizio Tributi si rende conto (d'ufficio o su segnalazione del contribuente) che in un Avviso di Accertamento è contenuto un errore, in presenza del quale lo stesso atto non sarebbe stato emanato o avrebbe assunto un contenuto diverso, ha la possibilità non solo di rettificarlo ma anche di annullarlo, evitando in tal modo di danneggiare ingiustamente il contribuente nei cui confronti è stato emesso. Questo può succedere per un errore da parte del Servizio Tributi che ha emesso l'atto o per mancanza di consegna di documentazione da parte del contribuente. In questo secondo caso la procedura è attivabile dal cittadino con consegna della documentazione.

Documenti da presentare

Tutto ciò che giustifichi un diverso calcolo dell'imposta dovuta, per esempio contratti di locazione o di comodato mai presentati ai fini ICI o IMU, messa in atti di variazioni catastali con decorrenza retroattiva, ecc... che diano diritto al contribuente ad una definizione differente dell'imposta dovuta per l'anno oggetto dell'accertamento.

Normativa di riferimento

Regolamento Comunale approvato con D.C.C. 89 del 22/12/1998

Dove rivolgersi

Area/ UO
Settore 2 - Servizi Finanziari / Tributi
Responsabile
Scippa Isabella

Unità operativa responsabile dell'istruttoria

Unità Operativa
Tributi
Responsabile del procedimento
Licia Crescimbeni
Luogo
comune.castelmaggiore@cert.provincia.bo.it
Telefono
051/63.86.707
Email
entrate@comune.castel-maggiore.bo.it
FAX
051/63.86.800
Operatori
Bettini Sandra Catozzi Valentina Pancaldi Sara Zimelli Elda
Orari
da lunedì a venerdì 08.30-13.00.

Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale

Ufficio
Tributi
Responsabile dell'ufficio
Licia Crescimbeni
Telefono
051/63.86.707
FAX
051/63.86.800
Email
entrate@comune.castel-maggiore.bo.it
Contatti:
comune.castelmaggiore@cert.provincia.bo.it
Operatori
Bettini Sandra Catozzi Valentina Pancaldi Sara Zimelli Elda
Orari
da lunedì a venerdì 08.30-13.00.

Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

Titolare del potere sostitutivo
Tardella Monica- Segretario Generale
Telefono
051/63.86.717
Email
monica.tardella@comune.castel-maggiore.bo.it
Orari
da lunedì a venerdì 09,00 - 12,00
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2068 valutazioni)