Più diritti, meno discriminazioni - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Più diritti, meno discriminazioni

 
Più diritti, meno discriminazioni

Con Delibera di Giunta n.70 del 2015, Il Comune di Castel Maggiore ha aderito a RE.A.DY, la Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

RE.A.DY prende avvio ufficialmente con il Convegno "Città Amiche" organizzato dal Comitato Torino Pride 2006, con la partecipazione di rappresentanti di istituzioni sul tema delle politiche locali contro l'omofobia. A latere del convegno, le amministrazioni invitate hanno steso una Carta di Intenti che rappresenta il documento di impegno per le amministrazioni pubbliche che aderiscono alla Rete.

Nell’atto di adesione il Comune osserva che in Italia, pur non esistendo leggi che discriminino esplicitamente le persone in base alle differenze di genere, di fatto sopravvivono ostacoli che incidono sulle condizioni di esercizio dei diritti, lasciando permanere il peso dell’emarginazione prodotta da condizioni socioculturali su determinate categorie di persone.

In particolare, il Comune esplicita la condivisione degli obiettivi e delle finalità della Carta d’intenti della RE.A.DY, nella certezza che l’affermazione dei diritti delle persone costituisce il presupposto per la costruzione di una compiuta cittadinanza, e che tra gli obiettivi di un’Amministrazione pubblica vi sono il miglioramento della qualità della vita e il relazionarsi di un clima sociale di rispetto e di scambio culturale libero da pregiudizi sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere.

Il Sindaco Belinda Gottardi sottolinea che “il Comune di Castel Maggiore con l’adesione alla carta d’intenti si impegna ad avviare un dialogo con le associazioni locali LGBT, sviluppando azioni sul territorio. L’iniziativa è pienamente coerente con quanto espresso nelle linee programmatiche di mandato illustrate in Consiglio Comunale nell’ottobre scorso, un programma che non casualmente riserva ampio spazio ai temi dei diritti e delle opportunità”.

Il Comune di Castel Maggiore è da tempo impegnato nella lotta alle discriminazioni qualificandosi quale Nodo di raccordo della Rete regionale contro le discriminazioni costituitasi in seguito alla sottoscrizione di un Protocollo d’intesa in materia di iniziative contro le discriminazioni, siglato il 26 gennaio 2007 dalla Regione Emilia-Romagna, Dipartimento Diritti e Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ANCI, UPI, UNICEM, Lega Autonomie Locali, Organizzazioni Sindacali, Organizzazioni Datoriali, Forum Terzo Settore.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1604 valutazioni)