Approvato il bilancio di previsione 2021 - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Approvato il bilancio di previsione 2021

 

Castel Maggiore approva il bilancio di previsione 2021

Imposte e tariffe ferme, niente debiti per il 5° anno, i nuovi investimenti portano l’impegno del Comune nel biennio 2020-21 a oltre 13 milioni per opere pubbliche

Guarda la presentazione tenutasi il 13 gennaio

 

Un bilancio di fortissimo impegno, quello presentato dall’Assessore Matteo Cavalieri al Consiglio Comunale il 23 dicembre: il sostegno a imprese e famiglie si concretizza nel blocco di imposte e tariffe (in alcuni casi ferme da otto anni), nell’aumento dell’impegno nel campo dei servizi alla persona, nella conferma e nel rilancio degli investimenti da parte di un comune che dal 2017 ha azzerato mutui e debiti.

Il documento è stato approvato con i voti favorevoli del PD, della lista civica Bene in Comune e della consigliera Clotilde Luongo (M5S), i voti contrari del gruppo consiliare Lega-Salvini premier e l'astensione del consigliere Villiam Grandini (M5S).

Un bilancio che inevitabilmente si trova ad affrontare le conseguenze causate dall’emergenza sanitaria Covid19 con azioni mirate e concrete ma anche con la consapevolezza che con l’approvazione della Legge Finanziaria 2021 da parte del governo e con l’evolversi della situazione generale subirà opportune variazioni e ulteriori interventi a sostegno della collettività.

 

Per la Sindaca Belinda Gottardi “grazie a risparmi e avanzi di esercizio, con imposte invariate, garantendo servizi in quantità e qualità, il comune ha dato una risposta straordinaria a una situazione straordinaria: il bilancio 2021 tiene grazie a ciò che abbiamo costruito negli anni precedenti”. L’Assessore Cavalieri sottolinea che “la solidità del bilancio ci consente di operare in questa annualità in modo straordinario a beneficio delle cittadine dei cittadini, ma tutta la struttura del bilancio è stata improntata a criteri di equilibrata prudenza, così da mettere ulteriormente al riparo l’Ente rispetto ad eventi futuri”.

Nonostante siano previste riduzioni delle entrate per circa 250.000 euro, cui si aggiungeranno le possibili ulteriori conseguenze della pandemia, nessun aumento della tassazione è previsto per il 2021, trovando altrove le risorse necessarie, in particolare da lotta all’evasione e recupero delle entrate, dall’applicazione di avanzi di esercizio e da alienazioni di terreni non necessari.

 

Ferma dunque la NUOVA IMU (l’imposta che unisce IMU e TASI) confermata ai livelli del 2016, mentre Canone Unico (frutto dell’accorpamento di TOSAP, COSAP, Imposta sulla Pubblicità e pubbliche affissioni) conferma le aliquote vigenti e slitta i termini per il pagamento dell’imposta della pubblicità dal 31/1 al 30/4/2021, confermando anche l’esenzione della COSAP (canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche) deliberato lo scorso aprile per attività di somministrazione, commercio, sportive, socio-ricreative e culturali. Da ricordare anche la riduzione del contributo di costruzione per riqualificazione del tessuto urbano esistente fino a 31/5.

Per quanto riguarda le famiglie, ferma l‘Addizionale comunale IRPEF ancora bloccata ai livelli del 2012, e ferme le tariffe, nonostante i maggiori costi per la realizzazione dei servizi scolasti (Nidi, scuole, pre-post scuola, trasporto scolastico ecc), con agevolazioni per le fasce più deboli.

Per i servizi alla persona vengono confermati e in alcuni casi implementati i capitoli di spesa, che assommano a circa 4.000.000 di euro: viene salvaguardata la qualità e la quantità dei servizi erogati senza addebitare maggiori costi alle famiglie, viene confermata l’importanza fondamentale del ruolo della cultura, dello sport e del tempo libero con uno sguardo attento alle mutate esigenze della popolazione, implementandone gli investimenti, mentre il settore sociale e assistenziale continuerà ad essere seguito con la massima sensibilità possibile, per essere di supporto e vicinanza alle categorie svantaggiate e alle fasce più deboli.

 

Gli investimenti stanziati nel bilancio 2021 assommano a circa 5.200.000 euro. I principali progetti riguardano la realizzazione della nuova scuola elementare a Ronco Maggiore per 2.075.000 euro, la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi per 235.000 euro, la manutenzione straordinaria delle strade e delle piazze per 1.655.000 euro, come l’allargamento di via Bondanello con la nuova ciclabile. Questi interventi si cumulano nel 2021 a quelli stanziati nel 2020, con i 4.1000.000 euro per la nuova Biblioteca, la nuova palestra del Polo scolastico per 2.700.000 euro, la nuova materna per 1.7000.000 euro: nel biennio 2020/2021 quindi il comune mette sul piatto della bilancia oltre 13 milioni di euro!

 

Sul piano della trasparenza e della partecipazione, Matteo Cavalieri sottolinea anche “l’impegno espresso con il bilancio POP distribuito in oltre 9.000 copie e anche il percorso del bilancio partecipativo, che ha coinvolto oltre 200 cittadini e cittadine delle consulte, con la presentazione di 9 proposte progettuali e la definizione del progetto vincitore con oltre 1.700 preferenze espresse on line”.

Belinda Gottardi conclude: "Un bilancio che garantisce il rispetto degli equilibri finanziari, che fa della trasparenza, della partecipazione e della solidità i suoi fili conduttori, che nei limiti delle competenze e possibilità di un ente locale riesce ad intervenire con politiche concrete a sostegno della propria comunità colpita dall’emergenza covid19 e lo fa senza rinunciare ad una visione futura e strategica della città che cerchiamo di costruire, ma anche pronto ad intervenire (così come dimostrato nel corso del 2020) liberando risorse laddove necessario per sostenere le famiglie e le imprese".

 

VIDEO: La presentazione e la discussione in Consiglio Comunale

 

 

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il