Villa Salina luogo del cuore FAI - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Villa Salina luogo del cuore FAI

 

 

Villa Malpighi - Salina, oggi più semplicemente Villa Salina, è un complesso risalente al '500, ubicato nel territorio di Castel Maggiore, in località Primo Maggio.

Nel corso dei secoli fu di proprietà di Marcello Malpighi e successivamente della famiglia Simoni, del conte Seghizzi Gambalunga, del principe Marcantonio Hercolani e dal 1762 della famiglia Salina, fino a divenire proprietà della Regione Emilia Romagna.

I anni recenti il luogo è stato anche sede della Scuola di Giornalismo.

 

Da alcuni anni il Comune di Castel Maggiore ha utilizzato la Villa, in accordo con la Regione Emilia Romagna, quale sede per manifestazioni ed eventi culturali, in particolare il Festival di cibo e letteratura CondiMenti, che nelle due ultime edizioni tenutesi nel parco ha portato la conoscenza del complesso a migliaia di cittadini di Castel Maggiore e di tutta l’area metropolitana bolognese.

In virtù di una convenzione stipulata con la Regione Emilia - Romagna nel dicembre 2019, la gestione del complesso è oggi passata al Comune: la convenzione ha una durata di 20 anni, resta a carico del Comune la manutenzione ordinaria dello stabile e la verifica di conformità di impianti e strutture.

 

Con Decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali in data 31/05/2007 Villa Malpighi - Salina veniva dichiarata bene di interesse storico-artistico ai sensi del D.Lgs. 42/2004.

Il Comune intende restituite alla fruizione collettiva questo bene e sottrarlo al rischio di una lenta decadenza: per questo l'iscrizione ai luoghi del Cuore FAI permetterà di tenere accesi i fari sul complesso architettonico, sul suo magnifico parco, sulla sua storia e sul suo futuro!

 

Pubblicato il 
Aggiornato il