Liliana Segre sarà nostra concittadina - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Liliana Segre sarà nostra concittadina

 
Liliana Segre sarà nostra concittadina

 

Anche Castel Maggiore attribuirà la cittadinanza onoraria a Liliana Segre
 
Nella seduta del 18 dicembre il Consiglio Comunale ha approvato un Ordine del Giorno che propone l’attribuzione della cittadinanza onoraria di Castel Maggiore alla senatrice a vita Liliana Segre, in segno di alta considerazione per i valori civili che esprime e per la dignità con cui se ne fa portatrice, anche a seguito dell’istituzione della Commissione parlamentare proposta dalla senatrice con funzione di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base delle loro caratteristiche e alle minacce che ne sono seguite, anche attraverso i social network.
Il documento approvato dall’assemblea impegna l’amministrazione comunale a coltivare la memoria dell’antifascismo e della persecuzione degli ebrei e delle minoranze, collaborando con le associazioni per la tutela e la valorizzazione della memoria della Resistenza, aiutando la ricerca storica indipendente, lo studio della storia contemporanea e l’educazione alla cittadinanza nelle scuole, a tenere nella debita considerazione le azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo, la xenofobia e le discriminazioni fondate su altre caratteristiche personali, anche con lo scopo di promuovere e condividere le regole di cittadinanza per una comunità solidale, tenuta insieme da un tessuto associativo coeso, e in cui nessuno sia lasciato indietro.
Si sollecita anche il Parlamento perché si valuti come completare la legislazione in contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza, e come assicurare l’impegno alla vigilanza preventiva e all’applicazione più rigorosa delle misure previste dalla legislazione vigente.
 
"Ho vissuto sulla mia pelle l'intolleranza e l'odio e so la facilità di passare dalle parole ai fatti. Mi hanno insegnato che chi salva una vita salva il mondo intero; per questo un mondo in cui chi salva vite viene osteggiato mi pare proprio un mondo rovesciato... Occorre ripristinare un terreno di valori condiviso nella difesa costante della democrazia e dei principi di solidarietà nati dalla Costituzione e dalla Resistenza".
Liliana Segre - senatrice italiana, superstite dell'Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana
 
 

Pubblicato il 
Aggiornato il