Open      
motore di ricerca

Un borgo che si è fatto città

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Un borgo che si è fatto città

notizia pubblicata in data : lunedì 28 maggio 2018

Un borgo che si è fatto città
Castel Maggiore festeggia i 200 anni del suo toponimo: gli appuntamenti
 
Fu Napoleone a definire i confini del nostro Comune, ma fu il cardinale Consalvi a firmare il 3 giugno 1818 l’atto dello Stato Pontificio che trasformava Castagnolo Maggiore in Castel Maggiore, su istanza del marchese Camillo Pizzardi.
Castel Maggiore festeggia dunque i due secoli della propria denominazione con diverse iniziative che culmineranno nella manifestazione spettacolare del 3 giugno in Piazza Amendola e che saranno seguite dall’eccezionale presenza di due delegazioni della città gemellata di Ingré e della città tedesca di Drensteinfurt, a sua volta gemellata con Ingré.
 
LA MACCHINA DEL TEMPO
Lunedì 28 Maggio alle ore 9.30 verrà interrata nel Parco Staffette Partigiane la capsula del tempo con i messaggi per il futuro da parte dei bambini e delle bambine delle scuole elementari di Castel Maggiore: la capsula verrà aperta il 2 Giugno 2068!
Appuntamento dunque tra cinquant’anni per i nostri bambini e per tutti noi, per ritrovarci e scoprire insieme come immaginavamo il futuro e come l’abbiamo realizzato.
 
LA COMUNITÀ E LA STORIA
Giovedì 31 maggio alle ore 21.00 presso la Sala Pasolini un confronto tra storici
che si sono occupati di Castel Maggiore: 
Valerio Montanari (autore di saggi e articoli)
Domenico Bruno ed Enrico Cavalieri (coautori della ricerca sul periodo del fascismo “La pianura e il conflitto”)
Carlo De Maria e Tito Menzani (coautori della ricerca “Castel Maggiore dalla Liberazione ad oggi”).
Nell’occasione verrà riproposta l’accurata mostra “Da Castagnolo a Castel Maggiore, fonti per la storia locale”, realizzata nel 1999 da Federica Collorafi, Cecilia Della Casa e Manuela Ghizzoni per conto del nostro Assessorato alla Cultura e che resterà aperta fino al 3 giugno. (Visitabile Giovedì 31 ore 21-23, Venerdì 1 ore 18-20, Domenica 3 ore 19 - 23)

L’ANNULLO POSTALE
Grazie all’iniziativa del Circolo Filatelico Numismatico Kastellano, il 2 Giugno in
occasione della Festa della Repubblica, presso il Parco Staffette Partigiane ci sarà
l’annullo postale predisposto da Poste Italiane (dalle ore 10.00 alle ore 16.00) con
esposizione di documenti d’archivio.

LO SPETTACOLO
À la recherche du Château perdu - Alla ricerca del Castello perduto, un breve viaggio nella storia e nel tempo alla ricerca del Castello (che non c’è - e non c’è mai stato), in uno spettacolo itinerante che per tre volte, alle 18.00, alle 18.20 e 18.40 muoverà dall’anfiteatro del condominio Zama (presso la Coop di Via Gramsci) per arrivare in Piazza Amendola. Prenotazione consigliata - dettagli
 
L'OSTERIA
In Piazza Amendola all’Osteria 1818, già dalle 19.30 sarà possibile mangiare e bere per tutta la serata con “I canti
della terra” della Pneumatica Emiliano Romagnola, una libera scorribanda fra i suoni, le danze e gli strumenti musicali della nostra magnifica regione.
 
Sarà esposta la mostra sulla storia e la cultura di Castel Maggiore a cura degli alunni e
delle alunne delle classi 1B, 1C, 5B della Scuola Primaria Bertolini e 4A della scuola
Primaria Bassi.

L’EVENTO
Domenica 3 giugno alle ore 21.00 in Piazza Amendola discorso del Sindaco Belinda Gottardi e poi spazio alle danze risorgimentali con il Gran Ballo Ottocentesco in costume a cura della Società di Danza Bolognese
ultima modifica:  31/05/2018
Risultato
  • 3
(83 valutazioni)
Galleria immagini
2018 Spettacolo Bicentenario 2018 convegno bicentenario 2018 invito bicentenario
Documenti Allegati
2018 programma bicentenario Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 1545 Kb