Open      
motore di ricerca

Impossibili possibilità

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Impossibili possibilità

notizia pubblicata in data : sabato 18 gennaio 2014

Impossibili possibilità

Venerdì 31 Gennaio 2014 – ore 18.00
Teatro Biagi D’Antona, Via G. La Pira, 54 - Castel Maggiore (BO)

Presentazione del libro
Impossibili possibilità
Intrecci di normalità, disabilità, creatività

di Tatiana Vitali, Rita Mastellari, Francesco Ganzaroli, Giuseppina Testi e Iader Vitali
Prefazione di Andrea Canevaro
(Edizioni Centro Studi Erickson S.p.A.)

Partecipano all’incontro

  • Rosanna De Sanctis - Psicologa, Psicoterapeuta
  • Daila Capilupi - Psicologa, Psicoterapeuta cognitivista
  • Belinda Gottardi - Assessore alla Cultura e Politiche per l’Infanzia, l’Adolescenza e l’Istruzione

Conversa con gli autori
Beatrice Masella - Pedagogista, scrittrice

Le impossibili possibilità raccontate nel libro evidenziano il contrasto fra la sofferenza della disabilità e l’energia creativa che permette di trasformarla in opportunità. Qualsiasi sia la realtà, se la riconosci e la accetti hai la possibilità di cambiarla. Ciò non ti libera completamente dal dolore, ma rende possibile l’impossibilità.
La famiglia Vitali racconta la propria esperienza di vita e come ha affrontato la nascita della figlia disabile, Tatiana: il libro ha la forza e il fascino delle storie vere, contrassegnate da negatività e positività. Impossibili possibilità si rivolge a tutti, a rincuorare quelle famiglie che stanno perdendo la speranza, a trasmettere fiducia nelle possibilità di ognuno per realizzare cambiamenti.
I protagonisti di questa vicenda raccontano come hanno reso possibile ciò che inizialmente medici e società avevano sancito come impossibile. Ma questa famiglia non ha viaggiato da sola: contestualmente, viene riportata l’esperienza professionale e umana di due «esperti», che hanno avuto l’occasione di applicare le loro conoscenze teoriche e creative e di ampliarle cercando nella pratica i modi con cui rispondere a un bisogno che si evolveva e modificava attraverso la pratica educativa, relazionale ed empatica.
In tutto questo sono stati di aiuto e orientamento molti «fari» e molti «punti di avvistamento», che hanno consentito di raggiungere un obiettivo difficile e indispensabile: uno scambio fra tutte le persone coinvolte. Ecco ciò che ha permesso di rilanciare e modificare ancora, ancora e ancora la posta in gioco.

  • Tatiana Vitali
    Educatrice, laureata in Scienze dell’Educazione nel 2004, ha conseguito un Master
    Universitario dal titolo «Tecnologie per la qualità della vita». Esperta in Assistive
    Technology, lavora all’interno del Progetto Calamaio, al Centro Documentazione
    Handicap (CDH) di Bologna e collabora con l’Università degli Studi di Bologna
    conducendo laboratori rivolti a studenti e personale amministrativo. vitalitatiana@
    gmail.com
  • Rita Mastellari
    Laureata in Pedagogia, Counselor Biosistemico, si occupa di progetti di sostegno in ambito scolastico, educativo e sociale a persone disabili e con disagio. Collabora con l’Università degli Studi di Bologna conducendo laboratori nella formazione degli studenti di Scienze della Formazione. Co-fondatrice di «Associazione d’iDee», organizza percorsi di gruppo per la crescita personale e il sostegno emotivo delle donne. gildar64@yahoo.it
  • Francesco Ganzaroli
    Esperto di Comunicazione Aumentativa Alternativa e tecnologie assistive, referente del Centro Servizi e Consulenze per l’Integrazione del Comune di Ferrara, è professore a contratto per attività di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Bologna. Da alcuni anni segue la formazione degli Insegnanti di Sostegno della Provincia di Iringa (Tanzania) grazie a un progetto che coinvolge l’Associazione Nyumba Ali, il Comune di
    Ferrara e l’Iringa Discrict Council. ganzaroli.f@libero.it
  • Giuseppina Testi e Iader Vitali
    Genitori.
ultima modifica:  08/05/2017
Risultato
  • 3
(2841 valutazioni)